Sunday, 01 January 2012 18:45

Un nuovo anno decisivo per il Socialismo Europeo, e per la difesa delle nostre Democrazie. Featured

Written by  Franco Bartolomei
Rate this item
(0 votes)

Cari Compagni ,

L'anno che finisce ha visto il precipitare della crisi finanziaria e della recessione nei paesi sviluppati.

L'anno  che sta iniziando sara' decisivo per il futuro della Sinistra e per la difesa della Democrazia.

 

 Le classi dirigenti economiche e finanziarie,responsabili delle scelte che hanno generato la crisi ,stanno reagendo con una politica di contenimento forzato dei bilanci nazionali, utilizzando i mercati finanziari come un grimaldello sociale ed uno strumento di condizionamento e di pressione nei confronti d classi politiche nazionali ,deboli, spaurite, impreparate culturalmente, e ricattabili nei loro comportamenti privati e pubblici.

 Questo grande ricatto finanziario, diretto a terrorizzare tutto l'universo del risparmio, ha come fine il completamento di tutti i processi di flessibilizzazione del mercato del lavoro, e privatizzazione dei servizi pubblici . necessari ad alleggerire ulteriormente la spesa pubblica e cercare di sostenere processi residuali di crescita, comunque dalle flebili prospettive e tutti rivolti a possibilita' imprenditoriali interne sostitutive del pubblico , in un quadro di competizione internazionale difficilissimo per economie  finora equilibrate attraverso superiori parametri di garanzie sociali.

Il Governo Monti, nato in realta' anche in conseguenza della indecenza della nostra classe politica , non interpreta alcuna eccezione rispetto a questa linea di tendenza programmatica.

E' stato costituito e lavora, infatti, per completare in stato di emergenza tutti i processi di adeguamento della nostra costituzione materiale al disegno delle tecnocrazie finanziarie, responsabili della crisi, finora non ancora  perfezionati del tutto solo per via delle paure e delle contraddizioni di un sistema politico non sufficentemente consapevole della crisi sistemica in atto, convinto, come era in modo assolutamente illusorio ,di poter riuscire ad evitare di dover adempiere, in coerenza con l'adesione di fondo  da esso manifestata nel tempo , alle estreme logiche conseguenze attuative  di  questo modello di sistema economico , finanziario, e monetario, che oggi tenta la sua ultima disperata e costosissima difesa.

 

Questa presunta messa in sicurezza degli equilibri del debito sovrano nella zona Euro , finalizzata solo a coprire lo stato di insolvenza potenziale del sistema bancario occidentale, rappresenta la premessa del disegno in arrivo di tentare con una grande immissione di liquidita' nel mercato bancario e finanziario di riattivare il sistema precedente, senza introdurre significative modifiche al modello esistente che individua il momento finanziario come la struttura portante dei processi di crescita del mondo sviluppato.

Ci riusciranno, probabilmente, solo in modo parziale e per un  periodo  limitato, a prezzo di forti processi inflattivi , di tensioni sociali molto aspre, e di un mantenimento di alti tassi di disoccupazione all'interno di un progressivo ulteriore restringimento della base produttiva reale.

Si tratta di un disegno miope e pericoloso che pensa di poter gestire un processo di impoverimento tendenziale delle nostre economie, mettendo addirittura in discussione l'organizzazione democratica delle nostre societa', senza affrontare la ragione strutturale della crisi costituita dall'esaurimento di tutti i modelli capitalistici di crescita sostenuta finora conosciuti e praticati dalle economie avanzate dell'occidente sviluppato.

 

La soluzione della crisi e' oggi piu' che mai affidata alla capacita' del Socialismo Europeo, e delle grandi forze che nei paeasi emergenti ad esso fanno riferimento, di definire e proporre un nuovo modello di sviluppo produttivo, fondato su diversi parametri di valutazione della ricchezza sociale ed individuale, e su nuovi modelli culturali di riferimento nella considerazione dell'essere sociale dell'individuo.

Nuovi riferimenti che costituiscano la premessa di una programmazione delle scelte economiche come momento di governo delle comunita', di una riqualificazione complessiva della domanda e dei consumi, della riaffermazione della supremazia dei giudizi sociali di valore, democraticamente selezionati. rispetto alle logiche dei processi economici e finanziari, e di un superiore equilibrio dei rapporti sociali in cui il lavoro e l'ingegno creativo tornino ad essere i fondamenti della vita sociale e dei processi economici.

 

Nell'immediato sara' necessario legare la contestazione ai provvedimenti del governo a questa  prospettiva generale di riferimento ,valutandoli caso per caso in base alla loro incompatibilita'  o meno con il mutamento strutturale dei rapporti economici e dei processi sviluppo che deve costituire il nostro  concreto orizzonte di riferimento. 

 

In tal modo riusciremo a trasmettere al paese un messaggio chiaro di una volonta' di cambiamento fondata su una visione alternativa dello sviluppo, attraverso un atteggiamento privo di qualsiasi subalternita' ad un riassetto  restrittivo delle politiche fiscali e previdenziali ,ispirato ad una logica monetarista, e ad ogni ulteriore tentativo di ristrutturare il mercato del lavoro ed i rapporti sociali cancellando la complessiva  contrattualita' sociale del mondo del lavoro.

 

 

Se saremo in grado di fare questo salveremo la Democrazia , la nostra idea dell'Europa, e la Liberta' e la Dignita' degli uomini.

Se non saremo all'altezza di questo compito storico assisteremo alla fine del Socialismo e della Democrazia.

Sinceramente, cari Compagni, non penso affatto che questo avverra' !

Quello che sta per cominciare sara ' quindi un anno fondamentale per tutti noi.

Un grande augurio a tutti noi !

Viva il Socialismo, la Liberta'dei popoli, e la Pace.

...............................................................................................................

 

FRANCO BARTOLOMEI -Segreteria nazionale del Partito Socialista Italiano - Segretario nazionale della Lega dei Socialisti .

Read 11350 times Last modified on Sunday, 28 October 2012 23:05

Login

MiniCalendar

July 2019
SMTWTFS
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Manifestazione 15 ott.